26 maggio 2016, Casino Luxembourg – Forum d’art Contemperain <descrizione di un quadro detonazione sonora per osservatori esplosione visiva per ascoltatori>

ideazione Silvia Costa

fotografia Silvia Boschiero  /registrazione audio Pascal Piron/ voce Ada Günther /serigrafia atelier BIKINI /drammaturgia Karolina Mankiewicz / composizione sonora Beatrice Goldoni (B.E.A.)

E’ a partire da Bildbeschreibung di Heiner Muller, che questa azione prende il suo inizio e pretesto. Dalla descrizione minuziosa di un quadro immateriale, che nessuno vede e che forse non c’é, inizia un viaggio verso un’immagine della memoria, o forse un incubo che sempre ritorna. E’ la voce che tutto descrive che crea questa immagine davanti a noi, che ci indica dove guardare, che ci fa notare un dettaglio, un colore, una forma, che ci porta a ragionare su cause ed effetti di quello che iniziamo a vedere. Voce che si fa occhio. Orecchie che diventano nuovi organi della vista. E come quando si chiudono gli occhi, nel silenzio della voce, non resterà più nulla. Solo l’esplosione di una memoria, un’impressione di aver visto qualcosa